Avvocato
Federica Beltrame

DIRITTO PENALE

Collabora dal 2020 con il nostro Studio presso il quale si occupa di Diritto Penale e, nello specifico, di reati contro il patrimonio, la persona, l’onore e la reputazione, la pubblica amministrazione, nonché reati societari, sicurezza sul lavoro e reati ambientali.

Ha maturato esperienze nei procedimenti a carico degli enti ai sensi del d.lgs. 231/2001 nel cui ambito predispone e implementa modelli di organizzazione e gestione svolgendo anche l’attività di segreteria tecnico-giuridica in assistenza agli organismi di vigilanza.

Dopo la Laurea in Giurisprudenza conseguita presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi in diritto processuale penale, ha ottenuto il Diploma Master di II livello in Diritto Penale d’Impresa presso lo stesso Ateneo con un paper in diritto penale tributario dal titolo “Il doppio binario sanzionatorio penale e tributario ed il rispetto del ne bis in idem” (2019).

Iscrizioni

Ordine degli Avvocati di Milano

Lingue conosciute

Inglese

ULTIMI ARTICOLI

SLM | NEWS La Cassazione torna sulla definizione di “amministratore di fatto”.

Chiamata ad esprimersi in un caso di bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione, la quinta sezione della Cassazione con la sentenza n. 4816 depositata lo scorso 2 febbraio ha chiarito la definizione della qualifica di amministratore di fatto. Per essere individuato quale amministratore di fatto è necessario l’esercizio in modo continuativo e significativo dei poteri tipici […]

SLM | NEWS Riduzione dei premi assicurativi INAIL per le aziende che adottano modelli organizzativi ex D. Lgs. n. 231/2001.

Anche quest’anno INAIL ha previsto una riduzione dei premi assicurativi per le aziende che abbiano adottato ed efficacemente attuato il modello organizzativo di gestione e controllo ex D. Lgs. n. 231/2001 o un Sistema di Gestione certificato ai sensi della norma ISO 45001 con interventi migliorativi delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di […]

SLM | NEWS Vendita di prodotti contaminati: è responsabile colui che pone in commercio al dettaglio il prodotto se le confezioni non sono originali.

L’art. 5, comma 1, lett. c) della L. 30 aprile 1962, n. 283, legge di tutela della genuinitĂ  dei prodotti alimentari posti in commercio, vieta l’impiego nella preparazione di alimenti o bevande, la vendita, la detenzione per vendere o la somministrazione come mercede ai propri dipendenti, o comunque distribuzione per il consumo, di sostanze alimentari […]

Iscriviti alla nostra newsletter

[contact-form-7 404 "Non trovato"]